Test di ingresso classi prime

Per voi da duplicare, modificare e somministrare. Test di ingresso di scienze integrate (fisica, chimica, biologia, geografia, scienze della Terra) per classi prime istituto tecnico. Con correzione automatica. Ovviamente su Forms.

Test d’ingresso scienze, classi prime

 

Annunci

Creare una classe virtuale con Teams e OneNote Class Notebook

Microsoft Teams è un hub digitale che riunisce conversazioni contenuti e App in un unico posto. Crea classi collaborative con Office 365 Education. Gestisci agevolmente il flusso di lavoro in classe coinvolgendo ogni studente.
Tieni a portata di mano tutto ciò che ti serve grazie a Class Notebook, lavori, Office App e file creati in ogni classe. Dai voce ai tuoi studenti e alle loro scelte con conversazioni, video e contenuti divertenti.

Di seguito una guida per la creazione e gestione di un team classe e del blocco note per la classe di OneNote.

Teams e OneNote per il BYOD: parte 1

Utilizzate o vorreste utilizzare Office 365 a scuola? Ma non avete i laboratori disponibili o non tutti i ragazzi hanno la disponibilità di un pc o tablet personale? Avete mai pensato di far utilizzare Teams e OneNote dallo smartphone?
Ovviamente i problema maggiore di lavorare con uno smartphone è quello di non avere un dispositivo realmente utilizzabile per lavori complessi, quindi il mio approccio è quello di far lavorare i ragazzi in modo tradizionale sul quaderno cartaceo ed utilizzare lo smartphone solo per caricare sulla piattaforma le immagini delle pagine del quaderno.

Di seguito trovate la prima parte di una guida scritta per i ragazzi, sull’utilizzo di Teams dal cellulare per interagire con il gruppo classe, accedere al materiale condiviso, consegnare i compiti svolti e ricevere le valutazioni. Nella seconda parte di questa guida parlerò dell’utilizzo di OneNote per l’accesso ai materiali delle lezioni e per la gestione del quaderno digitale dello studente.

Creare nuovi utenti in Office 365 tramite PowerShell

La creazione di nuovi utenti di Office 365 è una delle attività che vengono velocizzate maggiormente dall’utilizzo di PowerShell. Dopo aver visto come configurare PowerShell per la connessione ad Office 365 (Configurare Office 365 in PowerShell) e come effettuare ricerche tra gli utenti (Ricerca di utenti di Office 365 tramite PowerShell ed esportazione su file) passiamo alla creazione di nuovi utenti. Inizieremo prima con la creazione di un utente singolo per poi passare alla creazione di un insieme di utenti a partire da un file csv.

Creazione di un singolo utente

Dopo esserci collegati alla sottoscrizione Office 365, utilizziamo il comando New-MsolUser per creare un singolo utente. La sintassi è la seguente

New-MsolUser -UserPrincipalName <Account> -DisplayName <DisplayName> -UsageLocation <CountryCode> -LicenseAssignment <AccountSkuID> [-Password <Password>] -FirstName <FirstName>
-LastName <LastName> -Title <Title> -Department <Department>

Quando si creano account utente in PowerShell di Office 365, alcune proprietà dell’account sono sempre richieste. Altre proprietà non sono necessarie per creare l’account, ma sono comunque importanti. Le proprietà che contengono spazi vanno inserite tra virgolette.

  • UserPrincipalName: è una proprietà obbligatoria, indica il nome utente completo e corrisponde all’indirizzo email (del tipo nomeutente@dominio).
  • DisplayName: è una proprietà obbligatoria, indica il nome visualizzato nei servizi di Office 365.
  • UsageLocation: non è una proprietà obbligatoria, indica il codice del paese, ad esempio IT per l’Italia, US per gli Stati Uniti o FR per la Francia. È importante indicare questo valore, poiché alcuni servizi Office 365 non sono visibili in determinati paesi. In questo caso, è possibile assegnare una licenza a un account utente solo se l’account stesso dispone di un valore configurato.
  • LicenseAssignment: non è una proprietà obbligatoria, definisce i servizi Office 365 che sono disponibili per l’account. Anche se non è obbligatoria, l’account richiede una licenza per accedere ai servizi Office 365. Si hanno a disposizione 30 giorni di tempo per assegnare la licenza all’account utente, dopo averlo creato.
  • Password: non è una proprietà obbligatoria. Se non si specifica una password, all’account utente ne viene assegnata una casuale, visibile nei risultati del comando. Se si specifica una password, è necessario che rispetti i seguenti requisiti di complessità: Da 8 a 16 caratteri di testo ASCII, di almeno tre tipi diversi: lettere minuscole, lettere maiuscole, numeri e simboli.
  • FirstName e LastName: non sono proprietà obbligatorie, indicano il nome e cognome dell’utente.
  • Title: non è una proprietà obbligatoria, ma nella gestione dell’ambiente scolastico è utile per suddividere le tipologie di utente. Personalmente la utilizzo per assegnare i seguenti ruoli: Docente, Studente, Personale, ma è possibile differenziare ulteriormente se lo si desidera.
  • Department: non è una proprietà obbligatoria, ma nella gestione dell’ambiente scolastico è utile per assegnare le classi agli studenti. Personalmente utilizzo il seguente schema per i nomi delle classi: Anno Scolastico – ClasseSezione Indirizzo (es. 2017 – 1C CMB, 2017 – 4B INF)

Nell’esempio seguente, viene creato un nuovo utente senza assegnare la password. La password casuale generata viene visualizzata nel risultato del comando.

PS C:\WINDOWS\system32> New-MsolUser -DisplayName “Luca Test 4” -FirstName Luca -LastName “Di Fino” -UserPrincipalName luca.test4@scuola.it -UsageLocation IT

Password UserPrincipalName DisplayName isLicensed
——– —————– ———– ———-
Qoq57995 luca.test4@scuola.it          Luca Test 4 False

 

È possibile aggiungere al comando il parametro -ForceChangePassword $true per richiedere la modifica della password al primo accesso dell’utente.

PS C:\WINDOWS\system32> New-MsolUser -DisplayName “Luca Test 4” -FirstName Luca -LastName “Di Fino” -UserPrincipalName luca.test4@scuola.it -UsageLocation IT -ForceChangePassword $true

Per sapere quali licenze sono disponibili nella nostra sottoscrizione è disponibile il comando Get-MsolAccountSku, che restituisce anche il numero delle licenze totali e di quelle assegnate.

PS C:\WINDOWS\system32> Get-MsolAccountSku
AccountSkuId ActiveUnits WarningUnits ConsumedUnits
———— ———– ———— ————-
nomescuola:PROJECTESSENTIALS_FACULTY 0 0 2
nomescuola:POWER_BI_STANDARD_FACULTY 100 0 6
nomescuola:POWERAPPS_INDIVIDUAL_USER 10000 0 11
nomescuola:RIGHTSMANAGEMENT_STANDARD_FACULTY 400 0 365
nomescuola:EOP_ENTERPRISE_FACULTY 300 0 0
nomescuola:STANDARDWOFFPACK_STUDENT 1000000 0 1943
nomescuola:STANDARDWOFFPACK_FACULTY 500000 0 472
nomescuola:RIGHTSMANAGEMENT_STANDARD_STUDENT 2500 0 1832

Creazione un file csv con l’elenco degli utenti

Dopo avere esplorato la sintassi del comando New-MsolUser, vediamo come utilizzarlo per creare utenti multipli a partire da un file csv. Ipotizziamo di avere un elenco di utenti esportati dal registro elettronico o da altri sistemi in un file di testo accounts.txt, che contiene nome, cognome e classe.

Per gestire i file csv utilizzeremo Excel. Per importare il file di testo accounts.txt apriamo un nuovo foglio Excel e scegliamo il comando Da testo/CSV dal tab Dati

Nella schermata successiva possiamo verificare che l’importazione avvenga nel modo corretto, nel nostro caso che vengano riconosciute correttamente le colonne riportati il nome, il cognome e la classe.

Selezionando il pulsante Carica, i dati vengono importati nel foglio Excel.

Rinominiamo i nomi delle colonne in FirstName, LastName e Classe. Utilizziamo i nomi inglesi per le colonne che utilizzeremo così come sono nella creazione degli utenti. Non è necessario, le colonne possono avere un nome qualunque, ma faciliterà le fasi successive. A questo punto dobbiamo aggiungere le colonne delle proprietà che vogliamo utilizzare in fase di creazione degli utenti, sia quelle obbligatorie che quelle opzionali. L’ordine delle colonne nel foglio Excel non è importante.

Per riempire in modo semplice le colonne vuote utilizziamo un comando che si trova sempre nel tab Dati. Con il comando Anteprima suggerimenti possiamo riempire i dati di una colonna a partire da un modello presente in una riga senza dovere utilizzare formule per comporre il valore desiderato. Ad esempio, riempiamo lo UserPrincipalName di Giovanni Rossi con l’indirizzo email che vogliamo assegnargli: giovanni.rossi@scuola.it. A questo punto basta selezionare Anteprima suggerimenti e quasi magicamente Excel riempirà il resto della colonna con i dati presenti nella tabella.

Nello stesso modo possiamo scegliere un diverso modello per il DisplayName, impostando il nome visualizzato a G. Rossi per il primo utente. Di nuovo basterà selezionare Anteprima suggerimenti per riempire tutta la colonna. Riempiamo il resto della tabella che sarà pronta per l’utilizzo.

Selezioniamo il menu File > Salva con nome e poi selezionare CSV (delimitato dal separatore di elenco) (*.csv)

Verifichiamo che il file sia un csv correttamente formattato aprendo il file con il Blocco Note. Se il separatore di elenco non è corretto (; al posto di ,) è possibile impostarlo dalle impostazioni di Windows.

Creazione degli utenti a partire dal file csv

Per importare il contenuto del file csv appena creato in PowerShell utilizziamo il comando Import-Csv

PS D:\Utenti\Luca\OneDrive\PowerShell O365> Import-Csv accounts.csv
FirstName : Giovanni
LastName : Rossi
Classe : Test
UserPrincipalName : giovanni.rossi@scuola.it
DisplayName : G. Rossi
UsageLocation : IT
LicenseAsignment : nomescuola:STANDARDWOFFPACK_STUDENT’
Title : Studente
Department : 2018 – Test
FirstName : Antonio
LastName : Bianchi
Classe : Test
UserPrincipalName : antonio.bianchi@scuola.it
DisplayName : A. Bianchi
UsageLocation : IT
LicenseAsignment : nomescuola:STANDARDWOFFPACK_STUDENT’
Title : Studente
Department : 2018 – Test
FirstName : Teresa
LastName : Verdi
Classe : Test
UserPrincipalName : teresa.verdi@scuola.it
DisplayName : T. Verdi
UsageLocation : IT
LicenseAsignment : nomescuola:STANDARDWOFFPACK_STUDENT’
Title : Studente
Department : 2018 – Test

Reindirizziamo l’output del comando con una pipe verso il comando foreach che scorre tra tutti gli elementi del file csv. All’interno del comando foreach, tra parentesi graffe, indichiamo il comando che vogliamo eseguire con i parametri letti dal file csv. I valori letti dal file sono indicati da $_ (che indica l’elemento, riga, del file) con il nome della colonna dopo il punto.

PS D:\Utenti\Luca\OneDrive\PowerShell O365> Import-Csv accounts.csv | foreach {New-MsolUser -DisplayName $_.DisplayName -FirstName $_.FirstName -LastName $_.LastName -UserPrincipalName $_.UserPrincipalName -UsageLocation $_.UsageLocation -Department $_.Department -Title $_.Title}
Password UserPrincipalName DisplayName isLicensed
——– —————– ———– ———-
Xah53710 giovanni.rossi@scuola.it          G. Rossi False
Rot45308 antonio.bianchi@scuola.it           A. Bianchi False
Mag64912 teresa.verdi@scuola.it          T. Verdi False

Come nel caso dell’utente singolo, possiamo scegliere se indicare la password (avremmo dovuto inserire una colonna apposita nel file csv) e se forzare il cambio password al primo accesso.

Assegnare una licenza

Dopo aver creato gli utenti possiamo assegnare una licenza. Selezioniamo gli utenti che abbiamo appena creato (dalla classe inserita, ad esempio, ma potremmo usare lo UserPrincipalName importandolo dal file csv) e utilizziamo il comando Set-MsolUserLicense

Get-MsolUser -Department “2018 – Test” | foreach {Set-MsolUserLicense -UserPrincipalName $_.UserPrincipalName -AddLicenses isrosselli:STANDARDWOFFPACK_STUDENT}

In questo modo, andando a richiamare gli utenti appena creati possiamo controllare che le licenze siano state assegnate.

PS D:\Utenti\Luca\OneDrive\PowerShell O365> Get-MsolUser -Department “2018 – Test”
UserPrincipalName DisplayName isLicensed
—————– ———– ———-
giovanni.rossi@scuola.it              G. Rossi True
antonio.bianchi@scuola.it              A. Bianchi True
teresa.verdi@scuola.it              T. Verdi True

In questo modo abbiamo concluso la creazione degli utenti, abbiamo assegnato le licenze e verificato la creazione.

Riferimenti:

Configurare Office 365 in PowerShell
Ricerca di utenti di Office 365 tramite PowerShell ed esportazione su file
Powershell: create user accounts with office 365 powershell
Assign licenses to user accounts with Office 365 PowerShell

Ricerca di utenti di Office 365 tramite PowerShell ed esportazione su file

Continuiamo la nostra panoramica di PowerShell e Office 365. Dopo aver visto come configurare PowerShell e come connetterci ad Office 365 vediamo ora come effettuare una ricerca degli utenti di Office 365.

Ricerca di un singolo utente

Il comando per eseguire la ricerca di un utente è Get-MsolUser. Può essere utilizzato per la ricerca di un singolo utente passando come parametro -UserPrincipalName (cioè l’indirizzo email dell’utente).

Get-MsolUser -UserPrincipalName “nomeutente@dominio”

Se non specifichiamo nient’altro PowerShell scriverà su schermo lo UserPrincipalName, il DisplayName e la proprietà isLicensed.

PS C:\WINDOWS\System32> Get-MsolUser -UserPrincipalName “luca.difino@dominio.it”
UserPrincipalName DisplayName isLicensed
—————– ———– ———-
luca.difino@dominio.it          Prof. Luca Di Fino True

In realtà PowerShell restituisce l’oggetto completo che rappresenta l’utente, cioè un oggetto che contiene tutte le caratteristiche dell’utente. Per visualizzare altre caratteristiche dell’oggetto selezionato dalla ricerca utilizziamo una pipe (che si indica con il simbolo |), cioè la risposta del comando Get-MsolUser
vien
e inviata ad un secondo comando, in questo caso il comando Select.

Possiamo dunque selezionare, ad esempio, nome e cognome, posizione (in inglese title), l’ultima data del cambio password, le license assegnate, ecc.
Per recuperare tutte le informazioni associate ad un utente è possibile utilizzare il comando Select *.

PS C:\WINDOWS\System32> Get-MsolUser -UserPrincipalName “luca.difino@dominio.it ” | Select  FirstName, LastName, Title, LastPasswordChangeTimestamp, Licenses
FirstName : Luca
LastName : Di Fino
Title : Docente
LastPasswordChangeTimestamp : 02/09/2017 17:09:14
Licenses : {dominio:RIGHTSMANAGEMENT_STANDARD_FACULTY, dominio:POWERAPPS_INDIVIDUAL_USER,
dominio:POWER_BI_STANDARD_FACULTY, dominio:STANDARDWOFFPACK_FACULTY}

Ricerca di utenti multipli

Per effettuare una ricerca su utenti multipli viene utilizzato il comando Get-MsolUser
per selezionare il valore di una proprietà. Ad esempio
si possono recuperare tutti gli utenti registrati come docenti (vedremo in uno dei prossimi post come creare gli utenti in modo che sia facile gestirli per quelle che sono le esigenze scolastiche) o come studenti con il semplice comando

Get-MsolUser -Title Docente
Get-MsolUser -Title Studente -All
Get-MsolUser -Title Studente -MaxResults 10

Se la lista dei risultati è troppo lunga è necessario specificare, oltre al parametro di ricerca, il parametro -All, per recuperare tutti i risultati, oppure -MaxResults <numero> per specificare il numero massimo dei risultati.

Non tutte le proprietà possono essere utilizzate come parametri di ricerca. Per conoscere quali parametri possiamo usare possiamo utilizzare il comando Get-Help. Vedremo in seguito come poter effettuare ricerche su tutte le proprietà dell’utente.

PS C:\WINDOWS\system32> Get-Help Get-Msoluser
NOME
Get-MsolUser
RIEPILOGO
Retrieves a user from Microsoft Azure Active Directory.
SINTASSI
Get-MsolUser [-City <string>] [-Country <string>] [-Department <string>] [-DomainName <string>] [-EnabledFilter <string>] [-HasErrorsOnly] [-LicenseReconciliationNeededOnly] [-LiveId <string>] [-MaxResults <int>] [-ReturnDeletedUsers] [-SearchString <string>] [-State <string>] [-Synchronized] [-TenantId <Guid>] [-Title <string>] [-UnlicensedUsersOnly] [-UsageLocation <string>] [<CommonParameters>]
Get-MsolUser [-All] [-City <string>] [-Country <string>] [-Department <string>] [-DomainName <string>] [-EnabledFilter <string>] [-HasErrorsOnly] [-LicenseReconciliationNeededOnly] [-ReturnDeletedUsers] [-State <string>] [-Synchronized] [-TenantId <Guid>] [-Title <string>] [-UnlicensedUsersOnly] [-UsageLocation <string>] [<CommonParameters>]  Get-MsolUser -ObjectId <Guid> [-ReturnDeletedUsers] [-TenantId <Guid>] [<CommonParameters>]
Get-MsolUser -UserPrincipalName <string> [-ReturnDeletedUsers] [-TenantId <Guid>] [<CommonParameters>]

Come abbiamo visto per l’utente singolo, possiamo inoltrare il risultato in una pipe ad un comando di selezione Select per decidere quale proprietà vogliamo elencare per ognuno degli utenti selezionati dalla query di ricerca.

Get-MsolUser -Title Studente -All | Select FirstName, LastName, Title, LastPasswordChangeTimestamp

Esportare i risultati in un file csv

Possiamo utilizzare il metodo delle pipe per concatenare quanti comandi vogliamo. Ogni comando prende come input il risultato del comando precedente. Con questa tecnica possiamo esportare i risultati delle nostre ricerche (con le selezioni che desideriamo tramite il comando Select) in un file csv. Utilizziamo dunque il comando
Export-Csv
“nomefile.csv”
per esportare il risultato della ricerca.

PS D:\Utenti\Luca\Desktop> Get-MsolUser -UserPrincipalName “luca.difino@dominio.it” | Select
FirstName, LastName, Title, LastPasswordChangeTimestamp, Licenses| Export-Csv file.csv

In questo caso verrà creato il file file.csv con le informazioni richieste divise per colonne con in testa il nome della proprietà. Nel caso della proprietà Licenses, che è in realtà un elenco di proprietà e non una singola, l’esportazione produce un risultato non utilizzabile.

Per avere l’elenco dei cambi password di tutti gli studenti in un file usiamo il seguente comando, che effettua una ricerca, con una pipe indirizza i risultati alla selezione e poi con una seconda pipe esporta i valori selezionati in un file csv

Get-MsolUser -Title Studente -All | Select FirstName, LastName, LastPasswordChangeTimestamp | Export-Csv “file.csv”

Effettuare una ricerca su tutte le proprietà tramite una pipe

Abbiamo osservato in precedenza che non è possibile effettuare una ricerca impostando come parametro una proprietà qualsiasi. Se volessimo effettuare una ricerca in base al Cognome, ad esempio, non possiamo usare LastName come parametro della ricerca. Dobbiamo invece effettuare la ricerca in due passaggi. Prima effettuiamo una ricerca (con o senza parametri) e poi reindirizziamo il risultato ad una selezione.

Get-MsolUser -Title Docente | Where-Object {$_.LastName -eq Cognome}
Get-MsolUser -All | Where-Object {$_.LastName -eq Cognome}

La sintassi è leggermente diversa, va indicato l’elemento generico della risposta con il simbolo $_ e poi la proprietà su cui desideriamo filtrare separata dal punto. Il risultato restituito sarà sempre una lista di utenti filtrata secondo le opzioni indicate, sia nella ricerca iniziale che nella successiva selezione. È possibile utilizzare vari operatori per il confronto. In questo caso abbiamo usato l’operatore -eq (equals, richiede che le stringhe siano esattamente uguali), ma è possibile utilizzarne altri. Per i nostri scopi un altro operatore comodo da utilizzare è -match, che ricerca le stringhe che contengono la stringa fornita come valore di riferimento.

Get-MsolUser -All | Where-Object {$_.LastName -match “partedellastringa”}

Trovate tutti gli operatori di confronto supportati qui.

Nel prossimo post vedremo come utilizzare queste funzioni per inserire dei nuovi utenti a partire da un file csv (Creare nuovi utenti)

Configurare Office 365 in PowerShell

Windows PowerShell è una interfaccia a riga di comando presente nei sistemi operativi di Microsoft. È caratterizzata da un linguaggio di scripting ad oggetti basato sul framework Microsoft .NET. È possibile connettersi alla piattaforma Office 365 tramite PowerShell per automatizzare le procedure di amministrazione. È necessario Windows 7 o superiore.

Per lanciare PowerShell basta selezionare il tasto Windows o il tasto della ricerca e digitare PowerShell con la tastiera.

Potete scegliere tra Windows PowerShell (app desktop) oppure Windows PowerShell ISE.

Windows PowerShell ISE comprende sia l’interfaccia a riga di comando (la shell) che un editor di script.

Per configurare PowerShell per l’uso con Office 365 è necessario seguire i seguenti passi:

  1. Installare la versione a 64 bit dell’Assistente di accesso a Microsoft Online Services: Assistente per l’accesso a Microsoft Online Services per professionisti IT – RTW.
  2. Installare il Microsoft Azure Active Directory Module per Windows PowerShell con la procedura seguente:
    1. Aprire PowerShell o PowerShell ISE come amministratore (basta selezionare l’opzione dal menu del pulsante destro prima di avviare l’applicazione).
    2. Eseguire il comando Install-module MSOnline.
    3. Se viene richiesto di installare il provider NuGet, digitare s e premere INVIO.
    4. Se viene richiesto di installare il modulo da PSGallery, digitare s e premere INVIO.
    5. Dopo l’installazione, chiudere la finestra di comando PowerShell.

A questo punto siamo pronti per connettersi ad Office 365. Dalla riga di comando digitare il comando Connect-MsolService. A questo punto basta inserire le credenziali della nostra piattaforma nella finestra di accesso.

Per verificare che la connessione sia funzionante è possibile eseguire un comando di prova, in questo caso il comando che permette di recuperare le informazioni di un utente, sostituendo l’indirizzo email di un utente della piattaforma a nome@dominio:

Get-MsolUser -UserPrincipalName “nome@dominio”


Bene, se siete arrivati a questo punto, l’installazione e la configurazione del componente PowerShell per Office 365 è andata a buon fine. Nei prossimi post vedremo come semplificare l’attività di amministrazione di Office 365 automatizzando le procedure con PowerShell.

Per ulteriori informazioni fare riferimento a Connettersi a PowerShell di Office 365

Matematica con OneNote

Il mio webinar insieme a Virginia Alberti è live sul portale di Microsoft Education. E’ sufficiente iscriversi al portale per assistere alla registrazione del webinar.

OneNote Matematica.mp4

Nel webinar troverete una panoramica di OneNote, con le sue funzionalità di inchiostro digitale (utilizzabile anche sulla LIM al posto del software proprietario), e soprattutto con tutte quelle caratteristiche che ne rendono consigliato l’uso per l’insegnamento della matematica tra cui la possibilità di scrivere e disegnare a mano libera, possibilità del di scrivere formule tramite il riconoscimento automatico della scrittura, lo strumento matematica, che permette di risolvere problemi matematici (equazioni, sistemi, integrali, limiti, ecc.), di ottenere lo svolgimento passo passo, di plottare l’andamento grafico di funzioni.

E con Virginia vedremo esempi pratici su come sfruttare la capacità di integrare in OneNote contenuti esterni interattivi (Geogebra, Desmos, Forms, Sway), per creare delle lezioni ricche e coinvolgenti anche in ottica flipped.

Inoltre sul portale Microsoft Education troverete molti altri corsi sulla didattica e sugli strumenti di Microsoft per la scuola.

 

 

 

 

Office 365 e OneNote per la didattica

Qualunque sia la tua didattica, che tu sia un insegnante innovativo o preferisca una didattica più tradizionale, OneNote e Office 365 possono essere una risorsa importante.
Nella registrazione di questo meetup vedrai, con l’aiuto del Prof. Luca Di Fino (Docente di Fisica – ITIS Rosselli – Aprilia – LT) e con esempi pratici presi dall’attività reale di un insegnante, come utilizzare OneNote e gli altri strumenti presenti nell’offerta gratuita di Office 365 for Education nella pratica didattica quotidiana.
Oltre a OneNote, introdurremo Class Notebook, Sway, Forms e Classroom.

Meetup della serie Meetcast organizzato da Dotnetpodcast

Blog su WordPress.com.

Su ↑